San Marco Argentano

Omessa comunicazione,sequestro auto boss

La Guardia di Finanza del Comando provinciale di Cosenza ha sequestrato, ai fini della confisca, un'auto di prima immatricolazione, del valore di 26 mila euro, a Francesco Muto, ritenuto il boss dell'omonima cosca di 'ndrangheta di Cetraro, attualmente in carcere in regime di 41-bis. Il provvedimento, emesso dal gip del Tribunale di Cosenza, Piero Santese su richiesta del Procuratore della Repubblica Mario Spagnuolo, è scaturito da un'indagine dei finanzieri effettuata in base alle nuove disposizioni in materia di variazioni patrimoniali di persone condannate per reati di stampo mafioso e colpiti da misure di prevenzione. Tali soggetti, secondo la normativa, sono obbligati a comunicare, alla Guardia di Finanza, tutte le variazioni, nell'entità e nella composizione del patrimonio, per un valore non inferiore all'ammontare di 10.329,14 euro. A Muto, infatti, è stato contestato il reato di omessa comunicazione di variazione patrimoniale.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie